Piazza Emilio Bossi 7
CH-6906 Lugano Cassarate
Tel. 0041 (0)91 973 48 00
arte@villacastagnola.com

Dal 11 giugno al 21 novembre 2015

HEINRICH BOBST

Exploring spectral colours

Heinrich Bobst, nella sua arte, si ispira all' industria: è evidente sia nella scelta del materiale - predilige il vetro acrilico - che nelle forme rigidamente
geometriche che impone alle sue creazioni. Anche il processo di realizzazione è di tipo industriale: Bobst usa un apparecchio laser per tagliare le lastre acriliche che produce ogni opera in un unico esemplare.
L’interesse di Heinrich Bobst per le scienze naturali emerge dalla preferenza per il vetro "dicroico" (il termine deriva dal greco "dichroos", che significa "bicolore"), un tipo particolare di vetro acrilico. La superficie è trattata con uno speciale rivestimento che filtra la luce, creando degli scintillanti riflessi iridescenti che possono assumere i colori più diversi a seconda delle condizioni luminose e dell’angolo di rifrazione della luce.
Lo spettro cromatico delle opere varia così nel corso della giornata e in base alle condizioni meteorologiche: la luce del mattino e quella della sera, una giornata di sole e una di pioggia danno risultati diversi. Lo stesso vale per la posizioni dell’osservatore rispetto all’opera.

Dr. Daniel Näf, storico dell‘arte



Print this page