Piazza Emilio Bossi 7
CH-6906 Lugano Cassarate
Tel. 0041 (0)91 973 48 00
arte@villacastagnola.com

“Nofreteti”
bronzo, h. cm 19

Dal 22 maggio al 22 novembre 2014

FABIAN VOGLER

Perfezione imperfetta

Fabian Vogler riassume così il pensiero che sta dietro alle sue opere: “Sono alla ricerca di super-forme per i grandi-ambiti tematici della storia dell’umanità e dell’arte, alla ricerca di un’immagine dell’uomo al passo coi tempi.”
Vogler trae ispirazione da temi arcaici e classici soggetti scultorei: prospettiva egizia, rilievo, testa, busto, raffigurazioni muliebri come la Venere di Willendorf, arte olmeca, esseri metà uomo, metà animale, ritratti come l’Infanta di Velasquez, moda con particolare attenzione per quella del Rinascimento.
Nel 2006 Vogler ha scoperto il pallone gonfiabile come armatura estemporanea delle proprie sculture ed ha iniziato a sperimentarne sistematicamente le possibilità tecniche, iniziando dalla modellatura sopra il pallone per approdare quindi alla fusione. L’origine tecnologica di materiali quali palloncini, pneumatici per auto o trattori e gomme di biciclette contrasta intenzionalmente con l’arcaicità dei soggetti tipici di Fabian Vogler.
Il risultato potrebbe essere simpaticamente rotondo, tenero e grazioso, ma la competenza estetica ed il valore artistico di Fabian Vogler non stanno assolutamente in questo.
No, stanno nelle frammentazioni, nelle deformazioni e nei danneggiamenti, che non servono soltanto a dare forma alle sue creazioni, ma ne sono una componente essenziale, contenutisticamente rilevante. Un elemento di rottura: “Una rottura con la perfezione, una rottura che sta per la maniacale, incorreggibile imperfezione dell’essere umano in quanto tale”, precisa Vogler.



Print this page